Powered by Jasper Roberts - Blog
Home Archivio Microsmeta Portal Galleria Forum Podcast Contatti
Cerca in Digital Worlds
 

English Translation

Mobile & Desktop layout

VISUALE PICCOLA? ZOOM


Risolvi con un clickComputer Clinic Roma - Assistenza remota e a domicilioAssistenza remota


Contatta il webmaster
Alex - Microsmeta


Martina - Redazione
Social Media Manager


Think different!
Molla Apple e spendi 1/3!

Apple alza ancora i prezzi?
iPhone 13 Pro No grazie!


...Passato ad Android :-)

Lavoro in Italia
Ricerca lavoro in Italia


Pertecipa a Digital Worlds

TopTecnoPodcast
CLICCA PER VEDERLI
TopPodcastITA

Scacchi,
cibo per la mente!

Russian Grandmaster
Natalia Pogonina









Ci sono 505 persone collegate


Feed XML RSS 0.91 Microsmeta Podcast
Feed XML RSS 0.91 Feed RSS Commenti
Feed XML RSS 0.91 Feed RSS Articoli
Feed XML Atom 0.3 Feed Atom 0.3



français Visiteurs Français

english English Visitors

< agosto 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Titolo
Antivirus-Firewall-VPN (9)
BarCamp (11)
Chiacchiere Varie (30)
Curiosità (30)
ENGLISH VERSION (1)
Fantascienza-Misteri (21)
FIBRA ADSL LTE 4G (12)
Gadgets vari (9)
Giochi intelligenti (4)
Guide Digital Worlds (11)
Hardware (17)
Internet - Web 2.0 (56)
Linux - open source (150)
macOS (34)
Microsmeta Podcast (20)
Microsoft Windows (7)
Netbook (8)
Netbook - Tablet (5)
Nuove Tecnologie (121)
PC Android (4)
PC desktop all-in-one (5)
Robotica (54)
Salute e benessere (3)
Scienza e Spazio (36)
Smart Home Amazon Google (1)
Smartphone (24)
Smartphone Android (118)
Smartphone HP Palm (3)
Smartphone iPhone (84)
Smartphone Linux (7)
Smartphone Symbian (4)
Smartphone Win (29)
Smartwatch-Wearable (1)
Social networks (13)
Software (40)
Sviluppo sostenibile (26)
Tablet (45)
Tecnologia indossabile (1)
TV e Video on-line (47)
ultrabook (1)
Universo Apple (55)
Universo Blog (4)
Universo Google (14)
Universo Microsoft (37)
Universo Podcast (16)
Version Français (1)
Videogiochi (23)
WiFi WiMax (4)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Ciao Stella, scusa il ritardo....
15/01/2021 @ 19:28:44
Di Alex - Microsmeta
Gentilmente qualcuno sa indica...
07/01/2021 @ 14:30:10
Di stella

Titolo
Bianco e nero (1)
Colore (12)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Quale sistema operativo usi principalmente?

 Windows 10
 Windows 8-8.1
 Windows 7
 Windows XP
 macOS Big Sur
 macOS Catalina
 macOS Precedenti
 Linux
 iOS
 Android

Fonte: NETMARKETSHARE



Titolo
Listening
Musica legale e gratuita: Jamendo.com

Reading
Libri:
Come Internet cambierà la TV per sempre di Tommaso Tessarolo

Gomorra di Roberto Saviano

Ragionevoli Dubbi di Gianrico Carofiglio
Se li conosci li eviti di Marco Travaglio

Watching
Film:
The Prestige
Lettere da Hiwo Jima
Masseria delle allodole
Le vite degli altri
Mio fratello è figlio unico
Déjà vu - Corsa contro il tempo
Ti amerò sempre
The millionaire | 8 Oscar







13/08/2022 @ 20:30:03
script eseguito in 104 ms



\\ Home Page : Articolo

HANNO SUPPORTATO DIGITAL WORLDS INVIANDO PRODOTTI DA RECENSIRE




I robot italiani Pesapod e David sfidano altri sei finalisti nella "Lunar Robotics Challenge" di Tenerife
Di Alex (del 20/10/2008 @ 00:00:01, in Robotica, letto 2827 volte)

Questa è una sfida che mi piace! Nella notte tra il 24 e il 25 ottobre si concluderà la Lunar Robotics Challenge dell’European Space Agency (ESA).

Ben due robot in finale sono italiani e le squadre appartengono all' Università Statale e alla Scuola superiore S. Anna di Pisa. Stiamo parlando di robotica lunare e della più importante competizione europea dedicata a ricercatori e studenti impegnati nella costruzione di robot. La finale si svolgerà all’interno del cratere di un vulcano spento a Tenerife nelle isole Canarie. Nella precedente gara, superando i progetti di decine di team giunti da ben 17 paesi dell’Ue, si sono qualificate otto squadre, di cui ben due italiane. Il primo automa è stato realizzato dalla squadra del Centro di ricerca Piaggio della facoltà di Ingegneria dell’università di Pisa e si chiama David. Ha una caratteristica che lo rende unico al mondo. E' dotato di un braccio robotico che viene lanciato da un cavo telecomandato e permette di raggiungere un oggetto lontano diversi metri anche in assenza di gravità. Inoltre dispone di ruote speciali in grado di muoversi senza problemi su superfici sabbiose e superare ostacoli con grande facilità. Una macchina capace di muoversi in condizioni ambientali proibitive spiegano Antonio Bicchi, ordinario di robotica all’ateneo pisano che ha coordinato la ricerca e Adriano Fagiolini, dottorando all’ateneo pisano e team manager della squadra. David sa muoversi su terreni impervi e in luoghi privi di luce, coperti dalla sabbia lunare, che è molto abrasiva e potenzialmente dannosa per i meccanismi del veicolo, esposti inoltre alle radiazioni dovute all’assenza di atmosfera. Il secondo robot italiano è stato invece realizzato da studenti e ricercatori della Scuola Superiore Sant’Anna (i cui laboratori sono diretti dai professori Paolo Dario e da Maria Chiara Carrozza, rettore della scuola). Si chiama Pesapod, nome derivato dalla crasi fra esapode, Esa e la città di Pisa. E' appunto un robot a sei zampe. Ha come punto di forza un meccanismo collocato su una delle zampe anteriori del robot, afferma Stefano Roccella, ricercatore della Scuola S.Anna. Questo dispositivo è utilizzabile come una benna per scavare, raccogliere e proteggere il materiale lunare prima di depositarlo nell'alloggiamento del lander. Il robot può anche depositare sul percorso dei piccoli ripetitori che amplificano il segnale di comando, rendendolo più stabile. Se uno dei nodi della rete alla quale è collegato dovesse smettere di funzionare sarà così possibile riconfigurare la rete senza interrompere la comunicazione. Infine una stereocamera e due telecamere di prossimità permettono la manipolazione precisa del materiale. Gli otto robot in gara sulla luna artificiale per superare la prova dovranno entrare dentro un cratere di un vulcano spento (che simula un cratere lunare) e svolgere alcune manzioni, come la raccolta di materiale: roccia e sedimenti. L'ultima fase consisterà nel trasportarle al "campo base" districandosi in un ambiente pieno di ostacoli. Con vero orgoglio nazionale, invio un "in bocca al lupo" ad entrambe le squadre!


[Fonte: Il Corriere della Sera]
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa



 
Nessun commento trovato.

Antispam: Scrivi la parola descritta (in minuscolo):
Gesto d'affetto e cioccolatino.
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.