\\ Home Page : Articolo : Stampa
Beati i primi che restano i primi ...ma forse con Linux possiamo invertire la tendenza!
Di Alex (del 07/06/2009 @ 16:20:00, in Linux - open source, letto 3085 volte)

Classifica motori di ricerca - Clicca sull'immagine per ingrandirla
Recuperare in classifica da una posizione molto inferiore è estremamente difficile. Ma potremmo studiare gli esempi di successo ed applicarli a Linux per diffonderlo, sfruttando anche alcune opportunità che si sono presentate ultimamente.
Quanto sia complicato crearsi un varco fra i concorrenti agguerriti lo ha dimostrato Microsoft nella sua sfida aperta a Google, per quanto riguarda i motori di ricerca. Ha tentato in tutti i modi di comprarsi Yahoo per avere un "aiutìno" e infine ha rinunciato e tenta di riaprire i giochi con Bing. Ancora, rimanendo in casa Microsoft, è chiaro che il maggior nemico di Vista è stato Windows XP, forte inizialmente di una diffusione del 90% e dopo 3 anni sceso solo al 61% contro il 24% di Vista (e solo perchè è pre-installato su tutti i PC), e la situazione potrebbe facilmente riprodursi con Windows 7, turbando i sonni di Steve Ballmer e soci.

Classifica sistemi operativi - Clicca sull'immagine per ingrandirla
La difficoltà della scalata la dimostra Linux nei confronti di Windows (il confronto Apple / Microsoft non è corretto perchè Mac OSX gira, almeno in teoria ; - ) , solo su hardware dedicato e blindato) . Infine lo dimostrano anche gli smartphone, con una posizione dominante dell'iPhone OS (60%) che polverizza tutti gli altri.

Classifica smartphone - Clicca sull'immagine per ingrandirla
Proprio per questo è particolarmente significativo il risultato ottenuto da Mozilla Firefox, che ha superato il 22.5% nonostante Internet Explorer sia pre-installato su ogni versione di Windows!

Classifica browsers - Clicca sull'immagine per ingrandirla
Questo risultato certamente è dovuto alla validità del prodotto (io non tornerei mai indietro ; - ) ) . Un simile exploit non è riuscito nè a Google Chrome, nè ad Opera. Ma è da imputarsi anche ad alcune sue caratteristiche esclusive, che fanno la differenza rispetto ai concorrenti. Secondo me, sarebbero quindi da analizzare approfonditamente le ragioni del suo successo per esportare il modello vincente di crescita anche in ambito Linux. Firefox ha fatto breccia nel cuore degli utenti perchè offre molto di più dei concorrenti, soprattutto per via delle estensioni e dei plug-in, numerosissimi, identici su tutte le piattafome (Win,Mac,Linux) ed attivabili con estrema facilità. Tant'è vero che Google Chrome 2.0 ed Open Office 3.1 hanno adottato anche loro le "estensioni". Partendo da qui, cerchiamo di mettere a punto una strategia che sia in grado di moltiplicare esponenzialmente lo share di un sistema operativo ormai consolidato, personalizzabile a piacere e GRATUITO. Bisognerebbe creare eventi e demo delle potenzialità di Linux e fare leva su tre fattori:
1- Come utenti evoluti, DIFFONDERE Ubuntu 9.04 + Compiz come il "Top di Gamma" della "famiglia del Pinguino", realizzando tutorial su Youtube che illustrino tutte le "estensioni" possibili per questo sistema operativo (in questo caso i migliori programmi, i giochi, le utility e gli strumenti grafici e di sviluppo disponibili, ed anche i temi e le chicche dell'interfaccia, come il dock 3D, che niente ormai hanno da invidiare ad Aero di Vista e del futuro Windows 7, e neanche rispetto alla tanto osannata interfaccia di Leopard ...Io ho iniziato con dei semplici screencast e continuerò su questa strada, sperando che altri divulgatori del potenziale di Linux in Italia mi aiutino (e mi segnalino i loro di tutorial, che li pubblicizzo! )
PS: il Prof. Cantaro mi ha appena esaudito rilasciando il DVD di Ubuntu 9.04 Plus 3 !!!
2-
APPROFITTARE DI UNA OPPORTUNITA' UNICA: Google Android e Ubuntu Remix in esclusiva sui netbook ARM (visto che Microsoft snobba questo microprocessore),
3- SUPPORTARE INTEL e il suo tentativo di spezzare il monopolio WINTEL con Moblin 2 (che tra l'altro sarà pre-installato sui netbook) , spingendolo come entry-level per macchine economiche.
[Fonti: http://marketshare.hitslink.com]