\\ Home Page : Articolo : Stampa
The next big things: iTV, iWatch e Google Glass
Di Alex (del 07/04/2013 @ 10:58:51, in Nuove Tecnologie, letto 15521 volte)
Quale sarà l'oggetto tecnologico del desiderio dei prossimi anni?



Dopo sette anni di incredibile successo commerciale, il mercato degli smartphone mostra i primi segni di saturazione. Le caratteristiche migliorano anche nella fascia più economica e non tutti sono disposti a cambiare smartphone ogni anno. Il prezzo è via via sceso dai 600 Euro dei top di gamma a meno di 100 Euro degli entry level, riducendo i margini di guadagno, anche se il mercato si allarga. Stessa sorte stanno subendo le tablet, il cui prezzo dai 500 Euro si è abbassato rapidamente fino a 200 Euro per i marchi affermati e addirittura sotto i 100 Euro per quelli meno noti. Dopo una rapida parentesi costituita dai netbook, il cui ciclo di vita si è rapidamente esaurito in tre anni, è logico che i produttori di tecnologia siano ora alla prudente ricerca di nuove potenziali galline dalle uova d'oro, per evitare sorprese nei prossimi anni. Fra le idee più interessanti e già in avanzata fase di progettazione, spiccano i Google Glass, gli occhiali interattivi di Google. Se dal punto di vista funzionale hanno già raggiunto una discreta maturità (come potete vedere nel video sotto) i dubbi riguardano invece la sicurezza del prodotto che potrebbe indurre gli utilizzatori a distrarsi causando incidenti, soprattutto mentre sono impegnati in compiti che richiedono tutta l'attenzione come la guida di un autoveicolo (anche se Google assicura che non ci saranno problemi) per non parlare poi del fatto che avere un emettitore di onde elettromagnetiche costantemente attaccato alla propria tempia non è molto salutare.. Forse per questo motivo la Apple ha deciso di puntare piuttosto sull'iWatch, un orologio intelligente in grado di interagire o sostituire completamente gli smartphone. Essendo però la dimensione dello schermo necessariamente più piccola, l'interfaccia deve essere completamente rivista, utilizzando soprattutto il controllo vocale. Questa nuova tecnologia, nonostante stia rapidamente migliorando, è però lontana dall'essere perfetta. Ciò è dimostrato dal fatto che l'altro grande progetto di cui si vocifera da tempo, iTv o TV intelligente, avrà una interfaccia che vedrà affiancarsi al controllo vocale quello gestuale grazie ad un anello-telecomando. In questo articolo vediamo questi tre progetti che dovrebbero vedere la luce a breve, cercando di capire quale di essi potrà diventare la next big thing.

Apple iTV (concept)


Ormai sono diversi anni che si parla di questo progetto di Apple, al punto che molti produttori hanno tentato di anticiparla, sperando così di superare la profonda crisi che li attanaglia. Ma la casa di Cupertino non ha mai presentato un prodotto prima di aver rifinito ogni minimo dettaglio, per ripensare completamente un dispositivo di uso comune e farne un successo planetario. Molta attenzione deve essere quindi posta sull'interfaccia, che deve essere semplice ed intuitiva da usare. Sembra quindi necessario utilizzare oltre ai comandi vocali anche quelli gestuali, per sostituire un dispositivo tanto semplice quanto efficace come il telecomando. Altro problema da superare è l'indisponibilità delle major a concedere i diritti delle produzioni cinematografiche e televisive, soprattutto in ambito internazionale, perdendone il controllo diretto, cedendo i contenuti in abbonamento, piuttosto che vendendoli su supporti ottici. Ma il successo negli States e in alcuni paesi europei di realtà consolidate come Nexflix e Hulu, potrebbe finalmente avergli fatto cambiare idea, dopo che in ambito musicale la transizione alla distribuzione via Internet ha mostrato che il nuovo business model è assolutamente conveniente e remunerativo.

Apple iRing controller (concept)
Alcuni fornitori asiatici che lavorano con Apple hanno rivelato che entro la fine dell’anno dovrebbe uscire questa tanto attesa iTV ...e con un accessorio innovativo: un anello speciale da indossare al dito, grazie al quale sarà possibile controllare ogni aspetto della TV!




Apple iWatch (concepts)
Secondo Bloomberg, Apple avrebbe riunito un team di 100 persone per progettare questo iWatch e immetterlo sul mercato entro la metà del 2014. Il sistema operativo sarà iOS e Il team comprende designer, manager, addetti al marketing ed ingegneri hardware e software che hanno già lavorato su iPhone e iPad. Ci sarà una perfetta integrazione con iPhone anche per quanto riguarda i materiali: infatti lo smartwatch Apple sarà realizzato in vetro Gorilla Glass. Uno dei problemi ancora da risolvere è quello della durata della batteria, perchè non è gradita dagli utenti una ricarica così frequente come quella degli smartphone, pensate a una batteria ancora più piccola e prestazioni inferiori...



Google Glasses


Come dicevamo all'inizio, il prodotto è in avanzato stadio di sviluppo e ben ottomila appassionati di tecnologia, vincitori di un concorso, avranno presto la possibilità di indossare in anteprima gli occhiali-pc a realta’ aumentata che la societa’ di Mountain View si appresta a lanciare sul mercato. Dovranno pagare 1.500 dollari. Per tutti gli altri, gli occhiali dovrebbero uscire ufficialmente sul mercato per la fine dell’anno o all’inizio del 2014 e saranno prodotti nella Silicon Valley e non in Cina. Saranno dotati di una foto-videocamera in HD, di giroscopio, accelerometro e bussola digitale, di un antenna wireless, di un Touchpad, una CPU con ram integrata ed un microfono con speaker per controllarli con la voce.
Ecco come si indossano